HOME / NEWS / Wi-Fi: potenza del segnale vs qualità e banda disponibile all’utente

Wi-Fi: potenza del segnale vs qualità e banda disponibile all’utente

Quale relazione esiste tra la potenza del segnale emesso da un Access Point WiFi e la capacità di banda disponibile ai client ad esso connesso?

Aumentare la potenza del segnale trasmesso è la panacea di tutti i problemi della rete wi-fi?

Quali aspetti bisogna tener conto prima di aumentare la potenza trasmessa dall’AP?

Capita sempre più spesso di avere problemi di ricezione e lentezza della rete Wi-Fi. La prima cosa che abitualmente si fa è accendere un app sullo smartphone per vedere la potenza del segnale ricevuto…e alla fine, invariabilmente, la prima soluzione pensata è: aumentiamo la potenza dell’Access Point!

“La sola copertura con un segnale di potenza adeguata non è indice di un ‘buon segnale’”

Ma…. la qualità e velocità della connessione è sempre proporzionale alla forza del segnale trasmesso? La soluzione ai problemi di velocità di banda e/o connessione è sempre migliorabile aumentando la potenza trasmessa dall’AP?

la risposta è, semplicemente, NO!

e lo è tanto più la nostra rete WiFi dovrà servire numerosi clienti, garantire bande elevate, bidirezionali, e assicurare latenze minime….insomma, più la rete è complessa e le richieste elevate e più aumentare la potenza trasmessa non è la soluzione migliore. Throughput e potenza del segnale non sono sempre correlati, ….anzi!

Come prima approssimazione si può dire che al raddoppiare della distanza AP-client il throughput disponibile si riduce ad un terzo del valore originale

E’ ormai prassi consolidata e requisito minimo per una seria (e quantomeno significativa) pianificazione della rete non fermarsi alla ricerca della sola copertura del segnale wi-fi con una certa potenza (tipicamente -65/-70 dBm), ma considerare anche la capacità richiesta alla rete in termini di numerosità e tipologia dei client da collegare e relativi servizi da soddisfare.

Vediamo in un qualche dettaglio alcuni dei fattori che maggiormente influenzano il data rate di un sistema Wi-Fi e che rendono falsa l’equazione

‘Maggior potenza del segnale = Maggior data rate per il client’

La banda dei sistemi WiFi è condivisa

Questo significa che la banda disponibile su un Access Point è suddivisa (ipotizziamo in modo uguale per semplicità…) tra tutti i client che vi si connettono. Da questo discende che se la potenza trasmessa – e quindi il raggio di copertura dell’AP – aumenta, anche il numero di utenti connessi aumenterà e, di conseguenza, la banda disponibile per ognuno diminuirà proporzionalmente. Questa riduzione sarà, in valori assoluti, molto maggiore di quanto guadagnato aumentando la potenza del segnale trasmesso (Fig.2).

 

 

La potenza del client è, tipicamente, minore di quella dell’AP

Un device che riceve il segnale con una potenza sufficiente, anche se fisicamente molto lontano, cercherà di collegarsi. Perché il collegamento sia buono, però, anche il segnale trasmesso dal device mobile dovrà essere ricevuto con una buona intensità dall’AP. E perché ciò avvenga anche la potenza emessa dal dispositivo mobile dovrà crescere tanto più questo si allontanerà dall’AP stesso (la potenza ricevuta è inversamente proporzionale alla distanza emettitore-ricevitore). Tipicamente però la potenza che il device mobile può emettere è limitata (già le batterie non durano nulla…) per cui oltre una certa soglia allontanarsi dall’AP implica un peggioramento del segnale ricevuto dall’AP stesso che deteriora il SNR e quindi, in ultima istanza, il data rate disponibile.

Interferenze tra segnali wireless

Un altro problema dovuto all’aumentare della distanza tra device e AP è relativo alle interferenze. Soprattutto nella banda del 2.4Ghz, dove lo spettro è utilizzato oltre che dai sistemi wi-fi anche da diverse altre tecnologie wireless (antifurti, bluetooth, impianti wi-fi wireless, forni a microonde…vedi Fig.3), è sempre molto probabile trovare interferenze che degradano il segnale e la qualità della connessione. Aumentare la distanza del client dall’AP ha il doppio svantaggio di aumentare il numero di possibili fonti di interferenze e aumentare il loro contributo relativo perché diminuisce il rapporto tra segnale ‘buona’ e interferenze.

Per ogni dubbio sulla tua rete WiFi….contattaci!

Metteremo al tuo servizio la nostra esperienza e le migliori tecnologie per studiare, pianificare e realizzare una rete che soddisfi tutte le tue esigenze!

 

Scarica il PDF

Richiedi Informazioni

Inviaci la tua richiesta di informazioni compilando in ogni sua parte il modulo sottostante.
Ti risponderemo nel più breve tempo possibile.
I campi * sono obbligatori.
Nome*
Cognome*
Società
Indirizzo*
Email*
Telefono
Oggetto
Messaggio*
* Letta l'Informativa Privacy acconsento al trattamento dei miei dati personali.
Inserisci questo codice: captcha

NEWEN SRL

Via R. Luxemburg, 41/43 - 20085
20085 Locate di Triulzi (Mi) Italia
C.F./P.IVA 05735220963
REA (CCIAA) MI-1844677

CONTACTS

Phone +39.02.51.80.00.93
Fax +39.02.87.15.23.84
Web www.newen-group.com
Mail info@newen-group.com

NEWEN SPAGNA SL

Plaça d'Europa, 6/8 - 08902
L'Hospitalet de Llobregat
Barcelona España
NIF B87430104
x

WiFi4EU — La UE finanzia
i comuni per portare
il WI-FI GRATUITO
PER GLI EUROPEI

Everyone benefiting from connectivity means that it should not matter where you live or how much you earn. So we propose today to equip every European village and every city with free wireless internet access around the main centres of public life by 2020.”
Jean-Claude Juncker - State of the Union speech, September 2016